Social Brain: Lorenzo Salvatori in mostra

Art & Bistrot cafè questo mese ospitano la mostra di un altro Vivido, il carissimo Lorenzo Salvatori.

Abbiamo chiesto all’autore come è nato questo progetto e  significato delle foto che lo compongono.

Lorenzo dice: “Questo lavoro nasce di getto, cercando di interpretare le menti che popolano i social, mostrando l’accezione per me negativa della condivisione.

Nel mondo social sempre più si tende a seguire ed inseguire la massa, filoni di pensiero, di giudizio, di sentenza dettano la linea da seguire.

Si vive per apparire, per essere un qualcosa che nella realtà di tutti i giorni non si e’, alteriamo la nostra realta’ per un senso di rivincita di quello che vorremmo essere o che vorremmo apparire.

Un giudizio di altri che ci piace, diventa nostro, lo condividiamo ed a sua volta diventa di altri ancora, all’infinito condividendo cervelli anziché pensieri, anziche’ parole e scambi che arricchiscono piuttosto che standardizzare.

Tutti uguali per apparire in un certo modo.

Conta molto di piu’ essere in un luogo piuttosto che viverlo, riempiendo di selfi luoghi importanti, di culto e di cultura.

I selfie social, uccidono pure quei sani pranzi familiari dove si e’ riuniti per festeggiare avvenimenti; ed anche li si indossa una maschera, che ha il solo scopo di essere vista e condivisa.

Sui social l’informazione corre per titoli, spesso fake, che diventano bagaglio culturale di molti. I social dividono gli individui, li isolano dal mondo circostante facendo perdere anche il contatto, quello vero, quello fisico, quello umano dell’amore.

Sui Social si condividono cervelli , non idee!”

Non ci rimane di consigliarvi di andare a vedere la mostra, che rimarrà esposta fino al 4 novembre.

Ecco alcune immagini della serata di inaugurazione